salta al contenuto

Certificato ex art. 335 c.p.p.

La comunicazione ex art. 335 c.p.p. rilasciata in carta libera, viene fornita su richiesta delle persone interessate ed attesta le iscrizioni, nei registri in dotazione all’Ufficio della Procura, dei fascicoli ancora in fase di indagini preliminari.

Occorre compilare apposita richiesta che può essere redatta liberamente su apposito modulo predisposto dall’Ufficio.

Nell’istanza occorre specificare, altresì, se la comunicazione è richiesta in qualità di persona offesa o in qualità di potenziale indagato. Giova precisare che per i fascicoli non più in fase di indagini preliminari non va richiesta l’attestazione ex art. 335 c.p.p., ma – eventualmente - il certificato dei carichi pendenti (da richiedere all’Ufficio del Casellario giudiziale).

La richiesta di rilascio della comunicazione ex art. 335 c.p.p. dovrà essere depositata presso la Segreteria Centrale - stanza f117 dalle ore 9.00 alle ore 11.00 dal lunedì al venerdì.​

Presso il medesimo Ufficio di Segreteria e nel medesimo orario verrà rilasciata la comunicazione nei tempi che verranno di volta in volta comunicati al richiedente all’atto della presentazione della richiesta, a seconda dei carichi di lavoro.

La richiesta può essere inoltrata anche per posta raccomandata, allegando, oltre alla documentazione richiesta ai punti 1) 2) 3) e/o 4), una busta già affrancata e munita di indirizzo di destinazione. In questo caso la comunicazione verrà recapitata a destinazione.

Per gli avvocati è possibile il rilascio delle comunicazioni ex art. 335 c.p.p.  anche  via  PEC (all’indirizzo indicato nel modulo di richiesta), fermo restando il deposito cartaceo presso l’Ufficio, o l’inoltro a mezzo posta ordinaria, delle relative istanze.

Si precisa che la PEC dell’Ufficio è attiva solo per il rilascio delle comunicazioni, e non può essere utilizzata -  in alcun modo - per l’invio delle richieste.

La scelta del legale di optare per il rilascio della comunicazione a mezzo PEC ovvero secondo le modalità già in uso è vincolante, quindi, una volta espressa la preferenza al momento del deposito della richiesta, non sarà possibile usufruire di una diversa modalità di evasione.

La domanda dovrà essere corredata con i seguenti documenti:

  1. RICHIEDENTE INTERESSATO
    • Modulo di richiesta compilato e firmato in originale
    • Originale e FOTOCOPIA del proprio documento di identità
  2. DELEGATO
    • Modulo di richiesta compilato e firmato in originale
    • Copia del documento di identità della persona per cui è richiesto il certificato
    • Apposita delega specifica al deposito e ritiro della comunicazione ex art. 335 c.p.p.
  3. AVVOCATO
    • Modulo di richiesta compilato e firmato in originale
    • FOTOCOPIA del documento di identità del delegante/assistito
    • NOMINA CON PROCURA SPECIALE IN ORIGINALE a richiedere la comunicazione ex art. 335 c.p.p. o delega specifica per tale richiesta (non è sufficiente la nomina a difensore per uno specifico procedimento, salvo che la richiesta concerna esclusivamente il procedimento per cui la nomina è stata conferita)
    • In caso di subdelega, ulteriore delega al deposito e ritiro della comunicazione ex art. 335 c.p.p.
  4. PERSONE GIURIDICHE
    • OLTRE ai documenti sopra richiesti, occorre la visura camerale

Informazioni verbali

Le informazioni sui fascicoli richieste dai privati sono rilasciate dalla segreteria.

L’operatore di sportello rilascia verbalmente, alla persona interessata, esclusivamente informazioni inerenti il numero di procedimento penale ed il nominativo del PM assegnatario.

Informazioni più dettagliate (titolo di reato, RG, ecc..) possono essere richieste esclusivamente a mezzo richiesta certificazione ex art. 335 c.p.p.

Le persone interessate, già a conoscenza del numero di procedimento e del magistrato assegnatario, possono chiedere verbalmente anche informazioni sullo “stato” del procedimento.

Gli operatori di sportello non sono autorizzati a rilasciare ulteriori informazioni oltre a quelle descritte, pertanto ulteriori richieste (udienze fissate o rinviate, 415bis, sentente ecc..) dovranno essere formulate agli Uffici competenti (Gip, Ufficio Conclusione Indagini, Ufficio Giudizio ecc…)

Richiesta di informazioni sullo stato del procedimento

Le richieste formulate sullo stato del procedimento da Uffici Pubblici (Inail, Inps, Forze dell’Ordine ecc…), andranno indirizzate alla seguente email:415bis.procura.monza@giustiziacert.it

Le richieste formulate dalle Forze dell’Ordine, per informazioni sui procedimenti o sulle notizie di reato vanno inoltrate, alla casella di posta elettronica sottoindicata:
areapenale.procura.monza@giustizia.it